28 novembre 2018: Trasparenza e anticorruzione, Andrea Camaiora col procuratore Antonio Patrono

24 novembre 2018: Processo Mediatico, Giovanni Cioffi su Formiche.net
24 Novembre 2018
30 novembre 2018: Legal Community/ The Skill con Fantozzi e Associati
30 Novembre 2018

28 novembre 2018: Trasparenza e anticorruzione, Andrea Camaiora col procuratore Antonio Patrono

Al via il 28 novembre il ciclo di formazione sui temi dell’anticorruzione e della trasparenza, promosso dalla giunta comunale della Spezia e rivolto a dipendenti, dirigenti del comune, componenti della giunta e del consiglio. L’iniziativa – fortemente voluta dal sindaco e prevista nella programmazione 2018 del Piano triennale anticorruzione e trasparenza (PTPCT) del comune della Spezia – sarà aperta dall’incontro di mercoledì 28 novembre che si svolgerà presso il CAMeC di Piazza Cesare Battisti 1, con la partecipazione del dott. Antonio Patrono, capo della Procura della Repubblica della Spezia, del  dott. Antonio Bruno, comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, del colonnello Massimo Benassi, comandante provinciale della Guardia di Finanza, del dott. Filippo Paganini, presidente dell’ordine dei giornalisti, del prof. Andrea Camaiora, docente al master anticorruzione della Università degli Studi di Roma Due “Tor Vergata” e coordinatore del corso di formazione, e dell’avv. Maurizio Sergi, segretario dell’ordine degli avvocati. Il sindaco, Pierluigi Peracchini, dichiara: «Abbiamo voluto mettere in campo una iniziativa seria, chiedendo il coinvolgimento delle massime autorità locali e fornendo così ad amministratori e personale elementi teorici e suggerimenti pratici per raggiungere un obiettivo imprescindibile: una pubblica amministrazione libera da fenomeni corruttivi, pienamente trasparente e al tempo stesso capace di rispondere efficientemente ai bisogni dei cittadini».

Ai relatori è stato chiesto tra l’altro di soffermarsi sugli aspetti della materia che più incidono sui rispettivi ambiti operativi. Verranno illustrati comportamenti da porre in essere per scoraggiare malversazioni, casi concreti di violazione della legge che si riscontrano nella pubblica amministrazione, soluzioni da adottare per prevenire o fronteggiare un comportamento illecito. Ancora, si spiegherà quali risposte gli organi di informazione attendono dalle amministrazioni interessate e come contemperare privacy, diritto di cronaca e riservatezza di determinati atti giudiziari. Verrà tracciata una panoramica della normativa in materia di trasparenza e anticorruzione, degli adempimenti richiesti in materia di accesso civico e contrasto alle malversazioni, descrivendo inoltre quali siano le pratiche di controllo utili a scongiurare condotte illecite e ridurre al minimo i rischi e approfondendo metodi e procedimenti da seguire nel rapporto con la stampa e con i media. Infine, verranno esposte le pratiche per tutelarsi da eventuali coinvolgimenti indiretti di fronte a un comportamento scorretto, o da accuse estranee al proprio agire, e quelle per gestire la rivoluzione introdotta dalla legge sul whistleblowing.