Comunicazione trasparente

 

Comunicazione Trasparente


Dagli anni ’90 del secolo scorso, tutta la moderna legislazione, si pensi alla legge 231/2001 (ma anche alla 241/1990), ha incoraggiato enti pubblici e privati ad adottare modelli organizzativi e di controllo, finalizzati migliorare le performance in materia di compliance, anticorruzione e trasparenza.

Vanno senz’altro in questa direzione le certificazioni EN-ISO per la qualità dei servizi, la legge 190/2012, le legge 97/2016 e i codici etici e di autodisciplina che sempre più spesso si stanno sviluppando.

Se è vero che esiste in Italia un alto rischio di finire, a torto o a ragione, coinvolti in un procedimento di natura giudiziaria, è altrettanto vero che tale rischio può ridursi considerevolmente scegliendo di prevenire – attraverso l’adozione di precisi ed elaborati protocolli di comunicazione trasparente – anziché curare eventuali malversazioni e gli inevitabili effetti ad esse connessi.

Svolgiamo nel settore privato e pubblico consulenze finalizzate a ridurre il rischio di illegalità, blindare il soggetto di fronte all’eventualità di processi mediatici e tutelare il vertice delle organizzazioni da comportamenti scorretti compiuti da quadri intermedi altrimenti difficilmente monitorabili.

L’approfondimento di tecniche finalizzate alla comunicazione trasparente è la competenza cruciale del nostro tempo per gestire argomenti estremamente delicati che impattano sul futuro delle aziende, sulla tenuta delle istituzioni e sulla viva carne degli uomini che le guidano.